ATTIVITA' TECNICO-AMMINISTRATIVE



LAVORI


BONIFICA E RIPRISTINO AMBIENTALE

L'ambiente montano, come tutte le aree più o meno antropizzate, è soggetto alle alterazioni indotte dalle attività e dalle incurie dell'uomo.

Purtroppo i danni ambientali che interessano il patrimonio forestale sono numerosi e spesso di grave entità.

E' il caso degli incendi boschivi, che con periodica frequenza flagellano i nostri boschi. Valga ad esempio l'incendio del 4-5 aprile 1997 nei Comuni Capo di Ponte e Sellero, nel quale furono danneggiati circa 900 ettari tra bosco e pascoli.

A fronte di queste calamità il Consorzio Forestale si impegna da anni, oltre che alla prevenzione anche al recupero delle superfici bruciate mediante tagli di bonifica ed operazioni di piantumazione per il ripristino del soprassuolo originario.

Il recupero ambientale non interessa solo le superfici percorse dal fuoco: gli intervento possono riguardare anche zone colpite da trombe d'aria, da danni da neve, da epidemie parassitarie ecc..., qualunque sia la causa è comunque necessario il tempestivo intervento con tecniche specifiche mirate alla ricostituzione dei caratteri fisiologici e strutturali originari, garantendo così anche il ripristino delle funzionalità del bosco.


torna a "scopi del Consorzio"